Parchi e riserve naturali

Il Salento è da sempre sinonimo di mare, ma non solo.

Riteniamo infatti, per effettuare un tour completo della nostra magnifica terra, sia rilevante anche visitare i numerosi parchi e le riserve naturali che popolano la Provincia di Lecce.

   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I parchi hanno tutti sbocco sul mare, per cui possiamo ipotizzare un itinerario costiero.
Sul litorale adriatico, da nord a sud, troviamo: il Parco naturale regionale di Rauccio, la Riserva naturale statale “Le Cesine” ed il “Parco Naturale Regionale Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase”

Parco di Rauccio

 Il Parco naturale regionale Bosco e paludi di Rauccio dista soli 15 km dal territorio di Lecce e si estende per 1596 ettari. Ricco di habitat naturali come il bosco di lecci, alcune aree paludose, il litorale sabbioso, un bacino e canali di bonifica.
La parte più conosciuta è proprio quella del bosco di lecci, nota come “bosco di Rauccio”) sopravvissuto addirittura ad un disboscamento totale avvenuto negli anni trenta per ricavarne legna.
Il bosco è ricresciuto e nel sottobosco si distinguono piante di lino selvatico, orchidee, il cisto rosso.
Il bosco e la zona umida di Rauccio è una preziosa testimonianza della medioevale «Foresta di Lecce» che si estendeva tra la città e la costa alla fine del XIII secolo si estendeva fra la città e la costa.

Le Cesine

La Riserva Naturale “Le Cesine”, Zona di Protezione Speciale, è un parco risalente al 1980, si estende per 620 ettari lungo la costa immediatamente a sud di San Cataldo, nell’area del comune di Vernole. Il paesaggio de Le Cesine è costituito da dune, bosco misto,macchia mediterranea, area palustre e canali di bonifica..

Questo parco è noto soprattutto per l’osservazione degli uccelli, che in massa vengono qui a nidificare, in particolare gli uccelli acquatici, che sono soliti sostarvi lungo le rotte migratorie.
Al suo interno sono presenti una vasta pineta, aree umide con grandi acquitrini e la ben nota macchia mediterranea.

Numerose le specie di uccelli che sostano su questi stagni e che è possibile ammirare qui come il fenicottero, il germano reale, il falco di palude e il falco pescatore, l’airone pellegrino, il pellicano.

Parco Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase

Il Parco Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase (2006) con oltre cinquanta chilometri di costa e 3200 ettari di territorio è il più grande dei parchi regionali istituiti nella provincia di Lecce.

Qui si potrà godere di un paesaggio mozzafiato: dagli oliveti terrazzati alle falesie a picco sul mare uno spettacolo naturale  da non perdere. Qui, punto d’incontro tra Adriatico e Ionio, nasce una grande Area Protetta nel 2006 ed entrata a far parte della rete delle riserve e parchi naturali del Salento; una striscia di terra tra due baluardi storici della costa: un antico faro di origine romana, noto come Torre del Serpe, apre la porta del Parco, nel punto più ad est d’Italia (Palascìa) e ci dirige  in un percorso di emozioni tra suggestive insenature, pascoli, pinete, oliveti, piccoli boschi e profondi canaloni fino al possente faro di Leuca, terminando quindi in quel Finis terrae, dove termine anche l’Italia finisce

Risalendo sul litorale ionico, da sud a nord, si trovano: il Parco naturale regionale Litorale di Ugento, il Parco naturale regionale Isola di San’Andrea– Litorale di Punta Pizzo ed infine il Parco Naturale Regionale di Porto Selvaggio.

Parco del Litorale di Ugento

Il Parco del Litorale di Ugento (2007) si estende per 808 ettari ed occupa una parte della riviera ugentina compresa tra Torre San Giovanni e di Lido Marini,località balneari della costa ionica.

Anche questo risulta il luogo ideale per fare birdwatching in quanto nelle zone umide si possono vedere passare spesso uccelli migratori come aironi, garzette e tarabusi.

Tra le aree umide una delle più conosciute è quella del Bacino di Rottacapozza.

Altri animali popolano i boschi come la volpe, il riccio, la faina e il tasso. Dalla località conosciuta come “Pazze” fino a Torre San Giovanni la costa risulta bassa e rocciosa, mentre da Torre San Giovanni fino a Lido Marini diventa sabbiosa ed è caratterizzata di basse dune.

 

Parco Isola di Sant’Andrea – Litorale di Punta Pizzo

Il Parco Isola di Sant’Andrea – Litorale di Punta Pizzo comprende l’area boschiva immediatamente a sud di Gallipoli (Punta Pizzo) e la vicina Isola di Sant’Andrea.

L’isola ha un diametro di soli 4,5 km ed essendo senza promontori e facilmente esposta alle intemperie del mare d’inverno la parte centrale, essendo sotto il livello del mare, si copre d’acqua.

Qui è presente un faro a sud ovest che attualmente è gestito direttamente dalla terraferma.

Quest’isola di recente ha visto nidificare una specie a rischio di estinzione come il gabbiano corso.

L’area di Punta Pizzo è invece ricoperta da pinete ed offre una splendida costa sabbiosa protetta da dune e nonostante sia spesso presa d’assalto dai turisti che vi fanno visita è sempre in grado di conservare il suo habitat naturale.

 

Porto Selvaggio

Istituito nel 2006, sulla costa Ionica vi è anche il noto Parco di Porto Selvaggio.

Si estende attorno all’area dell’omonima baia di Porto Selvaggio lungo 7 km di costa e 1500 ettari complessivi nell’area del comune di Nardò.

Il litorale è caratterizzato da ciottoli e piccoli scogli che fanno da contorno ad un mare verde e straordinariamente brillante.

Raggiungendola da nord da Santa Caterina è possibile incontrare nell’ordine le tre aree in cui il parco si suddivide ossia la Palude del Capitano, la baia di Uluzzo e la Pineta di Portoselvaggio.

La parte più ampia è costituita proprio dalla pineta, che si attraversa per raggiungere la baia costituita da pini di Aleppo qui impiantati negli Anni Cinquanta.

Nel bosco sono presenti anche alcuni esemplari di cipressi e di eucalipto e nel suo sottobosco piante selvatiche di mirto, ulivo e macchia mediterranea spontanea tra cui orchidee e rosmarino.

La zona può essere raggiunta solo a piedi.

Contatto con guida turistica

Se vuoi scoprire Parchi incontaminati in un'escursione indimenticabile, lasciati accompagnare da esperti locali









Richiesta prenotazioneRichiesta informazione

Accetto i termini d'uso del servizio e l'informativa sulla privacy.

Search

Agosto 2020

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

Settembre 2020

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
0 People
0 Children
Pets
Size
Price
Servizi
in struttura

Confronta strutture

Confronta